Foto di Ossarotte PH

«Ad Avellino si fanno un sacco di cose, c'è tanto fermento e si organizzano iniziative ed eventi di ogni tipo e di grande qualità, ma gli avellinesi per primi non se ne rendono conto. Dovrebbero essere più orgogliosi di questa città». Parola di Claudia D'Aliasi e di Alessandro Farese, fondatori del blog multimediale Radio Cometa Rossa.

Quando nel capoluogo irpino o nei suoi dintorni c'è qualcosa di interessante loro sono presenti: registrano il concerto o l'evento dal vivo, realizzano un completo reportage fotografico, redigono recensioni o interviste. Non mancano incursioni in altre regioni, come la recentissima esperienza a Musica nelle Valli a San Martino Spino, in provincia di Modena, «ma Il nostro ormai è un vero e proprio archivio di quello che avviene soprattutto in città, perciò a tutti gli avellinesi che continuano a lamentarsi che "non si fa niente" basta collegarsi al nostro sito per essere prontamente smentiti. Non capiamo perché sono gli stessi cittadini a svilire quello che si fa, e spesso anche gli organizzatori ci dicono che il loro evento, in fondo, non è "niente di eccezionale" e la città ne risente di questo stato di negatività. Non si riesce a sradicare questa convinzione di provincialità pure se i fatti raccontano altro».
In particolare Alessandro, che è originario di Napoli, afferma che, in proporzione, ad Avellino c'è molta più vitalità culturale: «È assurdo ricevere contatti dall'America e sapere di artisti che hanno dedicato alla vostra città addirittura una canzone, mentre chi ci vive non riesce a vederne il bello. Agli avellinesi dico: siate fieri e resistenti come lo siamo noi quando lavoriamo per il nostro portale. Sentitevi partigiani della cultura, che non è una merce, ma un valore».
Sono ormai due anni e mezzo che RCR ripropone concerti, caffè letterari e filosofici, presentazioni di libri, perfino spettacoli "in diretta": «Per quanto riguarda la musica lavoriamo con le licenze di Creative Commons, e speriamo che sempre più persone capiscano che iscriversi alla Siae non solo è inutile ma anche svantaggioso: bisogna uscire dalla confusione che c'è tra tutela del diritto d'autore e sfruttamento commerciale. Più in generale, seguiamo tutte realtà indipendenti, piccole, mai accompagnate dai "bollini" dei circuiti mainstream, eppure di grande qualità. Abbiamo conosciuto artisti eccezionali che ci hanno cambiato la vita ed emozionato immensamente, e crediamo che tutti debbano poter avere la possibilità di conoscerli. È la nostra sfida: andare oltre il pregiudizio e l'idea del "pensiero unico", della tv come unico selezionatore delle cose che vale la pena conoscere».
D'altronde il concetto di "nicchia" si abbatte se c'è curiosità, e RCR ha raggiunto 25.000 visitatori unici e più di 30.000 ascolti. Per questo c'è chi ha cominciato ad approfittarsene: «Noi ci reggiamo, per il momento, completamente sulle nostre finanze e sull'entusiasmo di alcuni collaboratori che hanno deciso di appoggiare il progetto in maniera volontaria: Margherita D'Andrea, Paolo Spagnuolo, Bianca Fenizia e Adriana Nigro, punto di riferimento nella provincia salernitana. Per questo motivo ci sentiamo liberi di scegliere cosa seguire in base ai nostri gusti e alle nostre inclinazioni. Ma c'è capitato spesso di essere "invitati" a bella posta, salvo far saltare tutto nel momento in cui abbiamo chiesto almeno un rimborso spese. La risonanza, la pubblicità all'evento o al locale, e il lavoro professionale che forniamo fanno comodo, ma tutto deve continuare ad essere gratis, per alcuni».
Il solito problema tutto italiano: quello legati alla cultura, al lavoro intellettuale, alle idee, non sono veri mestieri. Quindi i ragazzi di RCR si stanno organizzando: «Stiamo pensando di diventare un'associazione riconosciuta. Per avere una forma giuridica definita e anche per poter recuperare fondi attraverso il tesseramento, le donazioni, i bandi ad hoc. Per continuare a fare quello che ci piace senza rimetterci sempre». Soprattutto adesso che comincia l'estate, che per Claudia e Alessandro significa "super-lavoro": seguiranno per la prima volta il Mas Fest a Parco Santo Spirito, il 20 e 21 giugno, gli appuntamenti di "Villani" organizzati da Hub e dal Presidio del Libro a Villa Amendola, ed è solo l'inizio».
Le realtà avellinesi hanno più volte a costruire una "rete", ma tranne piccoli sporadici episodi, il percorso è ancora lungo. Il punto in comune che però hanno praticamente tutte è la presenza dei microfoni di RCR. Naturale, quindi, chiedere ai suoi protagonisti che cosa manca a questi percorsi e ad una loro possibile sinergia: «A nostro avviso, una mano che dall'alto coordini. Non qualcuno che metta le idee in gabbia o sotto una bandiera. Manca un riferimento istituzionale che si faccia carico dei problemi e metta a disposizione strumenti comuni per la loro risoluzione. È difficile pensare a crescere, organizzare più eventi durante l'anno, se si è perennemente in "stato d'emergenza" per una serie di fattori».
Che cosa manca, invece, a RCR? «Una sede. Un luogo dove poter archiviare tutto, mettere un computer fisso con una connessione veloce per agevolarci negli aggiornamenti, e per distinguere le ore di lavoro da quelle che passiamo a casa per riposare un po'. Per come viviamo adesso, non stacchiamo praticamente mai. Inoltre non abbiamo un palinsesto, ma quella è una precisa scelta. In futuro, come ci è già capitato di fare, speriamo di organizzare delle piccole rubriche e degli appuntamenti fissi, ma non siamo per il "bombardamento" dell'utente. Chi ci viene a trovare sceglie cosa, quando e come fruire. Di certo non abbandoneremo mai la forma "radio" in favore del solo video, perché sappiamo che la maggior parte dei nostri utenti ama ascoltarci come sottofondo mentre lavora, studia, si dedica ad altro. A chi si è perso qualche bell'appuntamento, basta premere play».

© Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Privacy Policy
Clear

8°C

Avellino

Clear
Humidity: 73%
Wind: SW at 11.27 km/h
Wednesday
Partly cloudy
10°C / 19°C
Thursday
Mostly cloudy
12°C / 21°C
Friday
Scattered showers
8°C / 16°C
Saturday
Partly cloudy
8°C / 17°C

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore