«Non siamo il migliore dei mondi possibili, però siamo l’unico corpo intermedio, l’unico partito politico rimasto in Italia e l’unico partito che si riunisce e si confronta e che cerca. in questa campagna elettorale. di presentarsi per quello che è, che racconta agli italiani ciò che ha fatto nei cinque anni alle nostre spalle e ciò che vuole fare nella prossima legislatura».


La sfida del Partito democratico per governare il Paese, per il sottosegretario alle infrastrutture Umberto Del Basso De Caro, capolista nel listino proporzionale per la Camera dei Deputati, si vince sulla base dei programmi, senza però sottovalutare l’esigenza di recuperare un dialogo essenziale con l’elettorato. Questi i punti su cui insiste nel corso dell’incontro tenuto in mattinata al circolo della Stampa di Avellino, chiamando sostanzialmente a raccolta il Pd e puntualizzando che le elezioni del 4 marzo devono costituire un punto di ritrovata compattezza da cui rimettersi in marcia per il successivo passaggio delle amministrative.
«Dobbiamo ripartire dal 5 marzo, anche ad Avellino – dice -, non alimentando polemiche sterili o scenari distorti, ma per l’unità del partito che dovremo registrare al congresso e in tutti gli altri appuntamenti amministrativi che vi sono due mesi dopo, a cominciare dal capoluogo. Chi pensa che le elezioni politiche siano una sorta di spartiacque sbaglia – continua -, perché la politica insegna che si lavora per obiettivi e gli obiettivi sono legati a scadenze».
Quella che seguirà le Politiche è quindi «un’altra partita – ribadisce -; questa è una partita dalla quale dobbiamo partire per ricostruire il partito all’insegna dell’unità e per ricostruire la stessa unità per il Comune capoluogo e per tutti gli altri Comuni nei quali l’Irpinia è chiamata al voto tra maggio e giugno, senza alcuna polemica e soprattutto senza alcuna volontà di guardare oltre il sipario. Oltre il sipario non c’è niente - insiste -, c’è soltanto una partita che si apre dopo. Oggi ne stiamo giocando una molto significativa – rimarca - per dare all’Italia un governo. Quando si discuterà del comune capoluogo e del resto, saremo pronti a discutere, certo confortati da un risultato elettorale che io auspico il più favorevole possibile».
Del Basso De Caro si augura, dunque, che «il pronostico della presidente D’Amelio su una vittoria per 5 a 0 sia possibile e realizzabile. Personalmente – aggiunge - lavorerò insieme a tutti gli altri perché avvenga».
Strumento per centrare l’obiettivo, oltre al programma in 100 punti presentato da Matteo Renzi a Bologna, «i risultati dell’azione di governo illustrati in un opuscolo che nei prossimi giorni sarà distribuito in 5mln di copie alle famiglie italiane che sono stati – afferma - semplicemente straordinari. Un grandissimo lavoro che vale mille volte più di acrobazie dialettiche e fake news degli avversari».

petitto giacobb repole penna bevere
Risultati e propositi il cui valore dipenderà dalla capacità di «parlare ai cittadini, spiegare le nostre ragioni e che il senso del reale non va mai perduto, che il voto di pancia non ha mai avuto premio sul voto di testa e che in politica non è mai stato pagante chi è contro».
Dalla linea ferroviaria Napoli - Bari alla piattaforma di Flumeri, «impegno già contenuto nel piano nazionale della logistica approvato dal Parlamento»; dalla Lioni - Grottaminarda all’elettrificazione della tratta Benevento - Avellino - Salerno, Del Basso De Caro cita interventi di cui dice che «cambieranno e non poco i destini del nostro territorio», pur riconoscendo che «le opere pubbliche si realizzano nel corso di anni e non in 12 mesi, e naturalmente di un’opera si apprezza la funzione dopo anni dalla sua realizzazione».
Del Basso De Caro non nasconde nemmeno che «naturalmente, tutto questo non riempie il frigorifero, quindi i problemi della quotidianità restano tali e quali – afferma - e sono questi che ci tormentano e ci assillano e con i quali ogni giorno ci dobbiamo misurare insieme ai nostri concittadini, a cui non è sufficiente spiegare quello che abbiamo fatto e dire quali sono le prospettive di avvenire per il territorio, ma bisogna discutere anche dell’immediato, perché si mangia giorno dopo giorno».
Di qui il ritorno sull’esigenza di arginare l’astensionismo convincendo gli elettori a recarsi alle urne, «visto che si parla di un 62% di partecipazione al voto», ma anche la convinzione che il Partito democratico si presenta al corpo elettorale con «argomenti che sono quelli di una forza riformista, di progresso e di cambiamento, ma soprattutto solida e responsabile, che intende parlare con i cittadini usando il linguaggio della verità e non delle promesse. Su questo misuriamo la serietà e credibilità di una forza politica che è forza di governo – continua - e anche le prospettive dell’Italia che sempre di più deve essere ancorata all’Europa dove, in Commissione come alla Bce, si espongono i numeri e non le chiacchiere».
Ancora da questi presupposti Del Basso De Caro lancia il suo attacco agli avversari. Prima definisce il centrodestra «un cartello elettorale, secondo me destinato a disintegrarsi perfino prima del voto del 4 marzo, perché Berlusconi e Salvini si contraddicono e smentiscono l’uno con l’altro». Poi prende di mira i Cinque Stelle e in particolare il candidato premier del movimento: «De Maio ha detto che non ha competitor perché è l’unico candidato presidente. Ignora, e questo non mi meraviglia, che la legge elettorale ha un impianto prevalentemente proporzionale, quindi non assegna il presidente del consiglio. Su di Maio potremmo dire molte altre cose, ma me ne astengo – aggiunge -. Faccio solo una precisazione oggettiva: non ha mai lavorato per un’ora della sua vita e credo che gli italiani ne dovrebbero tener conto. Personalmente – commenta -, non ho mai avuto alcuna considerazione per quelli che in vita loro non hanno mai avuto la mattina l’incombenza di dovesi alzare alle sei per andare a lavorare».

© Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Privacy Policy
Cloudy

3°C

Avellino

Cloudy
Humidity: 82%
Wind: N at 22.53 km/h
Thursday
Showers
2°C / 8°C
Friday
Showers
5°C / 9°C
Saturday
Scattered showers
5°C / 9°C
Sunday
Scattered showers
2°C / 5°C

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore