«Penso che ci sia una domanda fortissima di una nuova forza politica, progressista, alternativa alle politiche sbagliate fatte negli ultimi anni e al tempo stesso alternativa alla destra e ai Cinque Stelle e per questo vogliamo lavorare. I personalismi non hanno alcun senso». Il coordinatore nazionale di Articolo Uno-Mdp, Roberto Speranza, traccia ad Avellino la prospettiva del movimento che, come sottolinea il consigliere regionale Francesco Todisco, ha «l’ambizione di costruire un pensiero collettivo che si faccia partito per rappresentare i più deboli e recuperare i migliori».


L’incontro intitolato "A sinistra, è ora!" che si è svolto in Sala Grasso a Palazzo Caracciolo è quindi anche l’occasione per Todisco di rispedire al mittente l’accusa di «essere divisivi», «Non c’è alleanza che tenga – dice - se non un orizzonte comune», e per Speranza di ribadire che è essenziale «avere il coraggio di dare una risposta forte. Penso per esempio che il lavoro delle giovani generazioni sia la questione prioritaria – aggiunge -e che c’è bisogno di rimettere al centro i beni pubblici, a partire dalla sanità e dalla scuola pubblica. Le persone scelgono da che parte stare se si rovescia la piramide, se non si parla solo di qualche personalità, ma si ha il coraggio di affrontare i problemi che riguardano la vita degli italiani e che sono tanti, in modo particolare nel nostro Mezzogiorno».
Lo stesso atteggiamento, insiste Speranza, è anche la chiave per superare la frammentazione a sinistra: «Su un’agenda coraggiosa che parla di lotta alle diseguaglianze, di sanità e scuola pubblica, di inclusione sociale – rimarca - si può costruire un’unica grande forza, un’unica grande proposta progressista e di sinistra. Credo che questo avverrà, sono ottimista».

De Simone Speranza 19102017
Speranza indica inoltre l’esigenza «di politiche per investire sul nostro Mezzogiorno. Quelle fatte negli ultimi anni non sempre hanno aiutato il sud – sostiene -, perché sono stati spesi molti soldi che spesso sono andati però a sostegno delle aree più forti di questo paese e penso che questo sia un punto significativo. Dobbiamo rimettere al centro la questione del Mezzogiorno e vale in modo particolare per le aree interne. Io sono lucano e Potenza è area interna almeno quanto lo è Avellino e so che qui ce n’è ancora più bisogno». Su temi come infrastrutture e ambiente che hanno una rilevanza particolare soprattutto al sud, il coordinatore di Articolo Uno–Mdp rileva la necessità di «un impegno supplementare».

Todisco Speranza Pubblico
Se ritrovare un punto di sintesi a sinistra è reso ancora più urgente dalla legge elettorale, Speranza afferma l’intenzione di opporsi fermamente al nuovo sistema approvato dalla Camera e definito anche da Todisco «una scelta non solo sbagliata, ma immorale». «Ci batteremo ancora per cambiare una legge che è ingiusta – dichiara il parlamentare -. Del Rosatellum pensiamo il peggio possibile, cioè che è una legge che consentirà a pochi capi di avere un Parlamento fatto totalmente di nominati e questo renderà più debole e più fragile la qualità della nostra democrazia. Per questo, ci batteremo ancora come abbiamo fatto alla Camera per cambiare questa legge sbagliata e lo faremo non solo nel Palazzo, ma anche con iniziative pubbliche come stasera e in 100 piazze nel prossimo fine settimana, per il lavoro e per la democrazia. Sono due grandi temi perché da una parte c’è la legge di bilancio, e noi chiediamo che ci si batta contro le diseguaglianze e per le questioni di merito come sanità e scuola – ribadisce -, e dall’altra la democrazia, perché questa legge elettorale è un patto Renzi – Berlusconi che sequestra ai cittadini la possibilità di scegliere i propri eletti».
Ancora contro il Pd, Speranza commenta che la mozione parlamentare contro il governatore di Bankitalia Ignazio Visco presentata dal Partito «è un autogol clamoroso da parte del Pd ed è sbagliato anche sul piano istituzionale. Dà il senso del degrado del dibattito pubblico in questo paese». «Le istituzioni vanno tutelate - dice sul punto Todisco - e non gettate nel massacro del gioco politico».

© Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Privacy Policy

Cannot get Avellino location id in module mod_sp_weather. Please also make sure that you have inserted city name.

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore