«I focus del Gal Irpinia hanno fatto emergere i veri fabbisogni del territorio. Bisogna andare avanti così». L'assessore ai fondi europei per il Comune di Grottaminarda Virginia Pascucci si esprime così a margine di uno dei sei focus group organizzati dal Gal Irpinia in vista della definizione della strategia di sviluppo da candidare al prossimo PSR 2014-2020.

Dottoressa Pascucci, come si sta svolgendo questa fase di incontri con il territorio?

«Siamo davvero nel vivo delle trasmissioni: oggi dobbiamo tirar fuori delle idee valide per accedere al finanziamento previsto dalla Misura 19 ed in questo scenario non possiamo sottovalutare l'importanza della filiera agroalimentare, quella che in questo momento offre le maggiori opportunità produttive e lavorative. Il riscontro del territorio c'è e incontri come quelli organizzati dal Gal Irpinia stanno facendo emergere molti input da parte delle aziende del territorio. Input che come amministrazione siamo decisi a supportare. A Grottaminarda stiamo lavorando per incrementare il livello delle azioni di marketing: molto proficui gli incontri che abbiamo avuto con 50 imprese durante i quali si sono tenute delle vere e proprie lezioni condotte dal professor Paolo Romano: il parterre era variegato e le piccole-medie imprese hanno tratto profitto dall'iniziativa messa in essere con “Ideando”».

Secondo Lei quali sono i primi problemi da affrontare per uno sviluppo concreto del territorio?

«Come delegata alle attività produttive ho avuto modo di conoscere le realtà del territorio. Esiste un grosso problema di commercializzazione dei prodotti questa a causa delle dimensioni delle imprese: non si riesce ancora ad emergere. Il secondo problema, strettamente collegato al primo, riguarda la difficoltà delle imprese a cooperare, ma questo afferisce ad una carenza culturale. Da questo punto di vista molto può cambiare con la Misura 16 del PSR che incentiva l'associazionismo. Quasi una mossa obbligata dalla Regione».

Una svolta necessaria …

«Può darsi. Vedremo. Per il momento è evidente che i campanili ci sono e che invece bisogna ragionare in un'ottica di territorio nella sua complessità. Come comunità siamo parti, mettiamo a disposizione quello che possiamo. Il Gal Irpinia, con la sua profonda e radicata conoscenza del territorio, potrebbe essere la cabina di regia giusta per farsi interprete di questa azione di raccordo».

© Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Privacy Policy

Cannot get Avellino location id in module mod_sp_weather. Please also make sure that you have inserted city name.

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore