«La lotta paga», così il segretario generale della Cgil di Avellino, Franco Fiordellisi, oggi in presidio a Roma con il segretario nazionale Fiom, Michele De Palma, la Rsa IIA, Silvia Curcio, e la Rsa Fca, Italia D'Acierno.

«Con una delegazione delle lavoratrici e dei lavoratori di Industria Italiana Autobus di Flumeri e di Bologna abbiamo presidiato la sede della società IIA. Anche grazie alla nostra pressione è stato scongiurato il fallimento: ci sarà, come da tempo abbiamo chiesto, la possibilità di strutturare un intervento di Invitalia, Leonardo e Ferrovie dello Stato. La soluzione odierna non è definitiva, ma rappresenta un ulteriore passo in avanti dopo le rassicurazioni del vicepremier e Ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, che ha annunciato, l'altro giorno a Caivano, che l’azienda provvederà al pagamento degli stipendi. È utile ribadire che oggi è stato, comunque, scongiurato il rischio di portare i libri contabili in tribunale».

«Resta la nostra preoccupazione per la ricapitalizzazione dell’azienda e il rischio chiusura dell’attuale proprietà, rimarcando la necessità di partecipazioni pubbliche. Per garantire un futuro occupazionale ai dipendenti dei due stabilimenti di Bologna e di Flumeri continueremo la nostra battaglia affinché ci sia una risoluzione positiva e compiuta per il polo della mobilità e degli autobus in Italia».
«Tutto aggiornato all’assemblea dei soci del prossimo 11 dicembre il futuro dei lavoratori di Bologna e Flumeri, che oggi pomeriggio hanno presidiato sotto la pioggia a Roma la sede della riunione della proprietà. Poteva essere la giornata del rilancio con la ricapitalizzazione pubblica, ma tutto è rimandato ancora una volta», dichiara in una nota Michele De Palma, segretario nazionale Fiom-Cgil.
«Invitalia ha confermato il proprio impegno insieme a Leonardo sul rilancio produttivo e industriale grazie alla ricapitalizzazione. Ferrovie dello Stato non ha ancora deciso se entrare nella società, valuterà l’ingresso entro i primi dieci giorni di dicembre. La Fiom chiede che sia riconvocato il tavolo al Mise per un incontro con la nuova compagine proprietaria – continua -, con Ferrovie dello Stato, per avviare il confronto sul piano di investimenti necessario e riportare le produzioni negli stabilimenti ex BredaMenarinibus e ex Irisbus».
«Al contempo su richiesta della delegazione, che ha incontrato un componente del Cda, al termine della riunione, è stata garantita la prossima erogazione delle retribuzioni. La Fiom – conclude De Palma - continuerà ad essere impegnata nella risoluzione della vertenza al fianco dei lavoratori».

 

© Riproduzione riservata

Etichettato sotto

Commenta l'articolo

Privacy Policy
Mostly sunny

13°C

Avellino

Mostly sunny
Humidity: 42%
Wind: NNE at 8.05 km/h
Tuesday
Sunny
2°C / 8°C
Wednesday
Scattered showers
1°C / 10°C
Thursday
Scattered showers
5°C / 10°C
Friday
Mostly cloudy
6°C / 13°C

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore