Dopo lo sblocco certo di tre mensilità arretrate che saranno erogate a breve, con la possibilità di salire a quattro se la disponibilità di 500mila euro lo renderà praticabile (leggi qui), la vertenza del personale Aias compie un ulteriore importante passo in avanti anche sul fronte della riallocazione dei circa 60 terapisti in forze al centro gestito ad Avellino dalla onlus, con l’avvio dell’iter sollecitato dal sindacato già a febbraio e poi iniziato nel mese successivo (leggi qui).


Al termine del tavolo istituzionale riunito in Prefettura (con il ritorno del commissario Remo Del Genio in rappresentanza delle strutture della stessa Aias a Calitri e Nusco e i gestori dei centri Insieme di Avellino, Teoreo di Montefalcione, Nuovo Centro FKT di Lauro, Don Orione di Savignano e Centro Piccole Apostole della Redenzione di Prata) il segretario generale della Fp Cgil Marco D’Acunto spiega infatti che «il dato positivo di oggi, che è quello che volevamo e non era scontato– precisa -, è che tutte le aziende che sono state interessate della vicenda hanno dato la loro disponibilità ad assumere il personale in servizio presso il centro Aias di Avellino. L’Asl ci ha fornito i numeri dei pazienti che hanno scelto le varie strutture, in base alle C.O.M. (capacità operativa massima, ndr.) di ciascun centro – prosegue -. Adesso faremo i calcoli rispetto alle unità che ogni centro può assumere e già da lunedì prossimo cominceremo a incontrare singolarmente le aziende per verificare, per ogni profilo professionale, la percentuale che deve essere assunta».
Il passaggio dal centro avellinese, le cui attività sono sospese e che è attualmente sprovvisto di accreditamento, alle sei strutture accreditate per la riabilitazione ex articolo 26 operanti in Irpinia sta, dunque, per compiersi: «Abbiamo sempre detto che dobbiamo mantenere la continuità delle prestazioni e i livelli occupazionali, questo è il nostro impegno – continua D’Acunto - e credo che fondamentalmente ci siamo. Si tratta ora di effettuare un lavoro di dettaglio sui numeri, che faremo con calma insieme ai colleghi nel fine settimana, e poi cominceremo a incontrare le aziende, a partire da quella che ha ricevuto il maggior numero di adesioni da parte dei pazienti, in modo che sia più facile per noi fare una scrematura».
Il primo confronto diretto sarà, quindi, con il Centro Insieme di Avellino, indicato da molti degli assistiti precedentemente seguiti dall’Aias che trovano evidentemente più pratico non spostarsi dal capoluogo. «I pazienti chiedono anche una continuità con gli stessi operatori, – spiega, inoltre, il segretario generale dell’Ugl Costantino Vassiliadis, presente al tavolo a cui ha preso parte inoltre il coordinatore Sanità della Uil Fpl, Antonio Spagnuolo – perciò dobbiamo analizzare i numeri e anche verificare le loro scelte, per cercare di indirizzare il personale secondo le richieste presentate dagli assistiti».

 

© Riproduzione riservata

Etichettato sotto

Commenta l'articolo

Privacy Policy
Mostly cloudy

18°C

Avellino

Mostly cloudy
Humidity: 88%
Wind: N at 6.44 km/h
Sunday
Thunderstorms
17°C / 26°C
Monday
Thunderstorms
20°C / 25°C
Tuesday
Thunderstorms
20°C / 28°C
Wednesday
Thunderstorms
20°C / 27°C

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore