«Bisogna capire rispetto a quale periodo è riferito questo 3,2% di ripresa, perché se il sistema italiano è in stagnazione, essendo cresciuto complessivamente dello 0,15% dal 2000 ad oggi, non credo stia meglio la Campania, che ha perso dal 2003 tante attività manifatturiere».


Scettico sul fatto che si possano considerare gli ultimi dati Istat come positivi in sé, senza tener conto allo stesso tempo degli effetti disastrosi della crisi, il segretario generale della Cgil irpina Franco Fiordellisi replica così alle recenti dichiarazioni entusiastiche del governatore Vincenzo De Luca e delinea un quadro altrettanto critico dell'economia provinciale: «Non so nemmeno rispetto a chi e cosa qualcuno sostiene che l'Irpinia sta meglio».
«Per quanto ci riguarda, il trend è negativo e continua a essere drammatico – prosegue -, perché non abbiamo infrastrutture che riguardano il settore edile e nemmeno risposte su una vertenza simbolo come quella dell'Industria Italiana Autobus, in cui Invitalia doveva dare risorse per fare investimenti sia per la riqualificazione del personale sia per nuovi macchinari».


Alla luce di questa condizione di forte affanno, a margine della riunione del Direttivo della Camera del Lavoro per l'approvazione del bilancio di previsione, Fiordellisi interpreta anche la diminuzione del numero degli iscritti al sindacato. «In Irpinia c'è stata una riduzione di residenti, da circa 456mila a circa 420mila, e inoltre negli ultimi hanno chiuso circa 35 opifici storici nell'industria metalmeccanica, così come è accaduto anche nelle costruzioni e nel distretto conciario – osserva -, in cui alla fine del periodo di mobilità o di cassa integrazione non tesseriamo lavoratori inattivi. Noi abbiamo un tesseramento pulito – dichiara - e ci auguriamo una nuova attività lavorativa e anche una inversione di tendenza nell'emigrazione che è diventata di nuovo rilevante».
«Ma rimaniamo un sindacato vivo, con 18 sedi su tutto il territorio – aggiunge - e vogliamo una legge sulla rappresentanza per verificare i dati anche delle altre organizzazioni sindacali che dicono che continuano a prosperare. Noi continuiamo ad avere problemi con le attività industriali storiche che sono mancate, ma fortunatamente continuiamo a rimanere un punto di riferimento dei cosiddetti lavoratori poveri, stagionali e precari e cresciamo come Nidil e anche con attività che riguardano il co-working. Come Cgil stiamo nel tessuto sociale lavorativo non solo classico – insiste Fiordellisi -, ma anche in una miriade di attività di lavoro malpagato».

Cgil Assemblea 28122017
Alla vigilia dell'assemblea dei sindaci all'Alto Calore, il segretario della Cgil affronta anche la questione della gestione della risorsa idrica, rifiutando con decisione una ipotesi di passaggio al privato: «Chi ha ridotto in questo stato Alto Calore, ma anche altre aziende fondamentali per i servizi che devono essere garantiti ai cittadini irpini, come ad esempio il Cgs, troverà in me sempre un fiero oppositore. Perché sono gli stessi soggetti che hanno portato queste aziende al collasso che ora immaginano che il privato arrivi e d'emblée risolva i problemi. Io ritengo che oggi come non mai, dopo tanti anni di crisi, servano investimenti pubblici che si possono recuperare anche da un piano serio al livello nazionale ed europeo rispetto alle reti idriche».
«L'Alto Calore, come il Cgs, ha avuto una vicenda peggiore per motivi clientelari e politici, ma non è che altre strutture, private o anche miste come Acea, stiano meglio perché anche queste aziende in dieci anni hanno fatto pochissimi investimenti. Quindi – conclude - è il momento peggiore per cambiare da pubblico a privato».

© Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Privacy Policy
Clear

3°C

Avellino

Clear
Humidity: 57%
Wind: ENE at 6.44 km/h
Thursday
Cloudy
2°C / 9°C
Friday
Scattered showers
6°C / 12°C
Saturday
Mostly cloudy
3°C / 8°C
Sunday
Partly cloudy
1°C / 9°C

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore