Una schiarita a metà nella vertenza dell’istituto assistenziale Villa Biondi di Lauro, oggetto di discussione stamattina nel corso di un incontro svolto in Prefettura in cui si sono confrontati la Funzione Pubblica Cgil e le suore Figlie della Carità di San Vincenzo de’ Paoli proprietarie della struttura, perciò non soltanto non rientra lo stato di agitazione del personale, ma si preannuncia un tentativo di rivolgersi direttamente a Papa Francesco.

«Mi pare evidente – afferma il segretario della Fp Cgil Marco D’Acunto - che sia il caso di provare in qualche modo a raggiungere attraverso la comunicazione o un incontro di persona il Santo Padre, che è persona che non più tardi di due mesi fa ha tratteggiato un’idea che ha del mondo del lavoro e soprattutto dell’imprenditore serio, onesto e buon padre di famiglia nel mondo del lavoro. Ci meravigliamo che su una vicenda del genere, che riguarda un ordine religioso, con tutte le difficoltà che possiamo comprendere, si provi poi a fare operazioni giustificate dal punto di vista delle suore – continua -, ma che oltre a mettere in mezzo alla strada 11 lavoratori dipendenti creano anche problemi di rilevanza sociale in un’area già depressa di questa provincia».


L’obiettivo che la Fp Cgil intende perseguire è infatti duplice e tiene conto del mantenimento da un lato dei livelli occupazionali e dall’altro di una struttura essenziale in una comunità in cui è sempre più necessario garantire servizi del genere soprattutto in favore delle persone non autosufficienti. Il sindacato ha quindi sollecitato una sospensione dei licenziamenti che avranno decorrenza dal prossimo 30 settembre, alla ricerca di una soluzione alternativa alla gestione che le suore affermano di non poter più sostenere dal punto di vista economico in modo da scongiurare la chiusura della casa di riposo.
«Abbiamo chiesto alle suore vicenziane e ai loro consulenti di congelare la procedura di licenziamento degli 11 dipendenti dell’istituzione assistenziale – spiega D’Acunto - in attesa di una possibile verifica di cambio di gestione che lasci la proprietà all’ordine delle Figlie della Carità, ma faccia gestire da terzi quella struttura. Abbiamo, però, avuto una totale chiusura rispetto al congelamento dei licenziamenti e invece una disponibilità a verificare insieme eventuali proposte di gestione alternative a quella delle suore. Le famiglie degli ospiti della casa di riposo sono state contattate ed è stato comunicato loro che la casa di riposo chiudeva e che dovevano trovare collocazione presso altre strutture e questo ha comportato non poche difficoltà. Dei 22 iniziali, 3 ospiti sono ancora presenti a Villa Biondi e ci sono ancora difficoltà a trovare loro una sistemazione. Ma più in generale penso che in aree in cui l’età media avanza e gli anziani sono sempre di più, una struttura di quel tipo possa e debba restare per il servizio che garantisce».
Intenzionato a individuare una strada che permetta la prosecuzione delle attività dell’istituto, il sindacato investirà della questione anche l’Asl: «Avanzeremo una proposta ufficiale di prendere in carico la gestione di quella struttura anche all’Azienda sanitaria locale perché riteniamo che ci sia bisogno nel territorio della provincia di Avellino di Rsa (residenze sanitarie assistenziali, ndr.) e che queste siano gestite in un certo modo, quindi anche con garanzie dal punto di vista sanitario».
«Le motivazioni che vengono addotte dalle religiose per la chiusura della struttura sono tante, una carenza di risorse umane perché le suore sono poche in tutta Italia e con una età media molto alta quindi non riescono più a essere presenti in queste strutture, ma anche una motivazione economica rispetto alla quale, insieme ai lavoratori e riteniamo anche sostenuti anche dall’amministrazione di Lauro che però oggi non si è presentata, proveremo a studiare e concretizzare entro il 30 settembre ipotesi alternative di gestione – insiste il segretario - sempre come casa di cura per anziani».
Questa la funzione della struttura per effetto del legato testamentario che ne concede alle suore la proprietà e che il sindacato è in attesa di visionare, insieme ad altra documentazione richiesta e che l’ordine religioso si è impegnato a fornire nel giro di pochi giorni.

© Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Privacy Policy
Showers

8°C

Avellino

Showers
Humidity: 79%
Wind: SSW at 35.40 km/h
Tuesday
Mostly cloudy
10°C / 12°C
Wednesday
Showers
6°C / 11°C
Thursday
Mostly cloudy
5°C / 9°C
Friday
Scattered showers
7°C / 12°C

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore