«Ringraziamo tutti quelli che rispettano la vita e il benessere degli animali, che hanno voluto sostenere la nostra iniziativa come l’Associazione S.O.S. Natura di Montemiletto, Eduardo Quarta, gli altri Consiglieri comunali che hanno votato a favore (Colella, Brogna e Barletta), i cittadini che si sono offerti di donare al comune i terreni per la realizzazione del rifugio per animali, preannunciando, fin da ora, che non molleremo e continueremo a lottare affinché il Consiglio Comunale presti la dovuta attenzione verso tale tipo di iniziative».


I consiglieri comunali di "Proposta Concreta" Simone D’Anna e Massimiliano Minichiello commentano così la bocciatura in aula della proposta di realizzare un rifugio comunale per animali a Montemiletto, che ieri 7 maggio «non è passata nonostante i 5 voti a favore, con 4 contrari e 2 astenuti, in quanto il regolamento – spigano - prevede per l’approvazione la maggioranza assoluta e non quella relativa. La maggioranza del Consiglio Comunale di Montemiletto si è detta contraria alla possibilità di poter realizzare un rifugio comunale per animali, sia che fosse realizzato su terreni del Comune, sia che fossero di proprietà di altri Enti, sia che tali terreni venissero donati da privati».
Epilogo che gli esponenti di opposizione contestano in modo deciso, lanciando inoltre strali al sindaco Agostino Frongillo: «Dimenticando di essere anche il presidente del Consiglio, alquanto adirato, il sindaco si è inspiegabilmente allontanato dall’aula – riportano -, dopo aver ripetutamente sottolineato che si trattasse di un’idea "simpatica", ma non fattibile, senza partecipare né alla discussione, né alla votazione».
I consiglieri D’Anna e Minichiello criticano ancora il primo cittadino in merito alla questione del terreno inizialmente individuato nella mozione presentata, definito da Frongillo «non idoneo perché era già stato destinato alla realizzazione di un sito di compostaggio già finanziato per un importo di circa 100mila euro, cosa del tutto falsa visto che l’area individuata per il sito di compostaggio non è quella, ma è un’altra e si tratta del lotto n° 16 posto a circa trecento metri dall’area dell’ex depuratore».
Rispetto alla bocciatura della proposta, i consiglieri di Proposta Concreta puntano il dito in particolare contro i due astenuti, Roberto Aufiero e Luigi Managò, la cui posizione è risultata determinante dopo i sì di Rosa Barletta, Anna Maria Brogna e Maria Colella, oltre che dei due proponenti, e di no di Gaetano Gubitosa, Fiorita Lombardi, Giuseppina Meola ed Ermando Zoina.
«All’inizio della seduta, i consiglieri di Proposta Concreta hanno comunicato al Consiglio la disponibilità offerta da due privati di Montemiletto di voler cedere al comune, in donazione totalmente gratuita, due terreni (uno di circa 10mila metri quadrati in località Isca del Mulino e un altro di circa 3500 metri quadrati in località Erte) ma, purtroppo, neanche questo importante dettaglio è bastato per convincere i consiglieri presenti – affermano D’Anna e Minichiello -. Alla fine, stante la sopravvenuta volontà della donazione dei terreni, al fine di evitare discussioni sul sito inizialmente individuato, i consiglieri comunali di Proposta Concreta hanno perfino stralciato dalla mozione l’individuazione iniziale dell’area, chiedendo al Consiglio di votare solo sulla volontà di istituire un rifugio nel Comune di Montemiletto, da realizzare in un’area da individuare successivamente. Purtroppo, però, nonostante non ci fossero più alibi, neanche questo è bastato».
«Siamo sinceramente rammaricati – scrivono quindi in una nota i due esponenti di Proposta Concreta - in quanto, con la mancata approvazione della nostra mozione, il Consiglio comunale di Montemiletto ha perso l’occasione di dare un segnale chiaro ed univoco di attenzione per mostrare grande sensibilità verso questioni che rappresentano valori e alto senso di civiltà, dopo gli episodi negativi di cronaca che si sono registrati sul nostro territorio, qualche anno fa il caso Fiume (il cane che fu barbaramente impiccato e a cui era intitolata la proposta di realizzare un rifugio, ndr.), che ha destato tanta attenzione a livello nazionale, e per ultimo il recente episodio dell’uccisione del cane in località Bosco per il quale anticipiamo, sin d’ora, che non appena il Tribunale di Avellino emetterà i dovuti provvedimenti giudiziari, come Gruppo Consiliare, provvederemo a presentare una richiesta di ratifica al Consiglio Comunale con la quale chiederemo al Comune di Montemiletto di costituirsi parte civile nell’ambito del Processo che sarà instaurato nei confronti del responsabile uccisore dell’animale».

© Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Privacy Policy
Cloudy

14°C

Avellino

Cloudy
Humidity: 91%
Wind: SW at 11.27 km/h
Thursday
Rain
12°C / 22°C
Friday
Scattered thunderstorms
13°C / 26°C
Saturday
Scattered thunderstorms
16°C / 26°C
Sunday
Thunderstorms
17°C / 27°C

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore