II Comune di Ariano ha votato contro il bilancio di previsione dell’Alto Calore Servizi. Il vice-sindaco Giovannantonio Puopolo, nel suo intervento all’assemblea, ha chiarito le ragioni del “no” al documento contabile. Puopolo ha spiegato che «la Città di Ariano è stata penalizzata dalla crisi idrica, soprattutto tra giugno e ottobre e per l’intero mese di gennaio».

 «Una situazione divenuta insostenibile per le famiglie, le imprese, le attività commerciali che hanno registrato pesanti disagi. L'adduttrice regionale versa in condizioni precarie - è la denuncia di Puopolo -, basti pensare che l’Alto Calore spende 2.500 euro a settimana per le riparazioni di una condotta della lunghezza di 300 metri in località Creta che va sostituita. Pur dando atto agli operai e ai tecnici della società di provvedere prontamente ogni qualvolta si presenta l’emergenza, non si può non ribadire la necessità di interventi radicali da realizzare sulla rete che serve la Città di Ariano. Opere che devono essere inserite tra le priorità del gestore del servizio idrico. Gli inviti dell’Amministrazione Comunale in tal senso sono stati molteplici».

© Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Privacy Policy
Mostly clear

20°C

Avellino

Mostly clear
Humidity: 58%
Wind: N at 17.70 km/h
Tuesday
Sunny
17°C / 26°C
Wednesday
Sunny
17°C / 30°C
Thursday
Sunny
20°C / 32°C
Friday
Sunny
20°C / 34°C

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore