Danneggiamento, violazione di domicilio, minacce gravi e resistenza a pubblico ufficiale: sono queste le accuse che hanno portato all’arresto di un 45enne, attualmente residente in Toscana.


Nella tarda mattinata di ieri, a seguito di richiesta pervenuta al 112, i Carabinieri della Stazione di Avella sono prontamente intervenuti presso un’abitazione di quel centro dove l’uomo sferrava calci, pugni e spallate alla porta d’ingresso di un appartamento e minacciava di morte i coniugi ivi residenti al fine di ottenere l’attuale indirizzo della sua ex moglie e dei due figli che, a seguito dei suoi maltrattamenti si son visti costretti a cambiare domicilio.
Giunti immediatamente sul posto, i Carabinieri hanno cercato di tranquillizzare l’esagitato che, nonostante i ripetuti tentativi, non accennava a calmarsi. Anzi, ha anche aggredito verbalmente i militari operanti, rivolgendo perfino nei loro confronti minacce di morte.
Una volta bloccato in un contesto di piena sicurezza e scongiurata dunque la possibilità di gesti inconsulti, il 45enne è stato accompagnato nella locale Caserma ove, alla luce delle evidenze raccolte, è stato dichiarato in stato d’arresto alla Procura della Repubblica di Avellino.
L’arrestato, successivamente alle formalità di rito, è stato associato presso le camere di sicurezza della Compagnia di Baiano, in attesa di comparire nella mattinata odierna dinnanzi al Tribunale per essere giudicato con la formula del rito direttissimo.

© Riproduzione riservata

Etichettato sotto

Commenta l'articolo

Privacy Policy
Clear

3°C

Avellino

Clear
Humidity: 62%
Wind: ENE at 6.44 km/h
Wednesday
Partly cloudy
0°C / 8°C
Thursday
Cloudy
2°C / 9°C
Friday
Scattered showers
6°C / 12°C
Saturday
Mostly cloudy
3°C / 8°C

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore