Dopo due giornate di lavoro ininterrotto sui fronti di incendio lungo le pendici di Montevergine e sui fianchi del monte Faliesi, la speranza è che arrivi un po’ di pioggia a dare sollievo ai boschi e un aiuto alle squadre formate da personale del Genio Civile, dei Vigili del Fuoco, delle comunità montane e da volontari che hanno operato senza posa per tenere a bada le fiamme.


Due gli elicotteri in azione già ieri, in contemporanea sul Partenio, dove hanno potuto approvvigionarsi di acqua presso la vasca montata al centro operativo del Genio Civile di Mercogliano, finché uno dei mezzi aerei regionali ha lasciato quell’area (interessata dalle fiamme a metà costa e anche lungo la strada, interdetta al traffico a causa delle fiamme vicine alla carreggiata) per dirigersi a Forino e intervenire in una zona della montagna irraggiungibile dalle squadre di terra, a supporto di un velivolo analogo e di un aereo.


Ed è ancora il Faliesi il terreno della difficile lotta contro il fuoco proseguita oggi. Le unità antincendio hanno cominciato a lavorare molto presto e attorno alle 9.00 il Genio Civile ha richiesto al Centro unificato di Roma che gestisce i mezzi aerei nazionali (COAU) l’invio di un Canadair in località Breccelle, ricevendo poi in sostengo anche il grande elicottero nazionale Orso Bruno.

GALLERIA FOTOGRAFICA (CLICCA SULL'IMMAGINE)


Un notevole dispiego di forze anche oggi, quindi, con la vasca mobile di 14mila litri montata dalla squadra del Genio Civile nel campo sportivo di Forino, per consentire agli elicotteri un rapido approvvigionamento idrico. Grazie all'operato dei due mezzi aerei l'incendio a Faliesi è stato riportato sotto controllo, mentre è proseguita la bonifica per scongiurare una ripresa che, purtroppo si è verificata attorno alle 18, anche a causa del vento che ha giocato a sfavore e dei tempi di rifornimento dell'elicottero che impiega almeno un'ora a ricaricare d’acqua il bucket. I lanci sono proseguiti comunque fino a sera, al termine di un giorno in cui si sono registrati ben 23 incendi che hanno impegnato 112 operatori, ancora una volta in condizioni proibitive: per tre dei roghi odierni è stato necessario attendere che le squadre si liberassero da altri luoghi.
Almeno, la situazione a Montevergine è stata più tranquilla di ieri. Il sopralluogo di verifica effettuato in tarda mattinata ha evidenziato una ripresa dell’incendio e la necessità di pattugliare la zona per la forte pendenza, «ma la tempestività degli Istruttori Tecnici del Genio Civile ha scongiurato il peggio – fa sapere la dirigente del Genio Civile Claudia Campobasso -, salvaguardando ettari di bosco potenzialmente allo stato di sviluppo incendio».
Oltre a Mercogliano e Forino, gli incendi affrontati oggi sono quelli divampati a Calitri; in diverse aree di Montella; in località Vallicella a Mugnano, dove si era lavorato a lungo anche ieri; a Lacedonia, a Lapio, a Calabritto, a Sirignano, a Caposele, a Grottolella, a Villamaina.

© Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Privacy Policy
Mostly sunny

10°C

Avellino

Mostly sunny
Humidity: 94%
Wind: SW at 11.27 km/h
Tuesday
Partly cloudy
9°C / 21°C
Wednesday
Rain
11°C / 20°C
Thursday
Partly cloudy
12°C / 20°C
Friday
Partly cloudy
13°C / 20°C

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore