«Devo essere estremamente chiaro sul punto: non ho mai avuto intenzione di offendere o denigrare nessuno. Né le istituzioni, né la figura del consigliere comunale, né le singole persone. Venivo da una maratona di 36 ore per la vicenda del calcio, poi ho avuto questa amarezza finale, non per me ma per aver tolto ai cittadini che, diversamente da altri, non si possono permettere di andare una settimana al mare, la possibilità di godere di un concerto e dei festeggiamenti di Ferragosto e ho scritto questo post. Ma dico in maniera chiara a tutti i cittadini che ho estremamente rispetto delle istituzioni e dei consiglieri e mai e poi mai avrei pensato di offendere alcuno. L’amarezza permane tutt’ora, perché i cittadini sono le reali vittime di questa situazione. Andiamo avanti, il mio spirito di collaborazione con tutti rimane intatto».


Queste le dichiarazioni ufficiali del sindaco Vincenzo Ciampi dopo la bufera scatenata dal post pubblicato su Facebook dal primo cittadino (leggi qui) dopo la seduta consiliare di venerdì (leggi qui) a cui ha poi fatto seguito la durissima reazione dei consiglieri di opposizione (leggi qui) ai quali aveva riservato parole piuttosto pesanti, con tanto di annuncio circa la volontà di far circolare per la città manifesti con i volti dei componenti delle opposizioni che hanno votato a favore della pregiudiziale alla delibera di variazione di bilancio: «Sono stato sicuramente infelice nell’espressione – chiarisce oggi -, ma i 6x3 assolutamente non ci saranno. Anzi, chiedo scusa del fraintendimento che si è generato da qwuella espressione».


Ancora sul clima a Palazzo di Città, rispetto a chi lo sollecita a governare o dimettersi, qualora i numeri risicati glielo rendano impossibile, Ciampi dichiara che «in astratto, l’ipotesi dimissioni è sempre presente e un sindaco deve sempre prenderla in considerazione. Allo stato attuale, però, non è all’ordine del giorno – puntualizza -, perché è vero che non ho una maggioranza prestabilita, ma sono il sindaco eletto dai cittadini e nei loro confronti ho il dovere di andare avanti e governare la città».
«Del resto, ho sempre parlato di governo o di programma di salute pubblica – ribadisce -, ma chiaramente per realizzarlo c’è bisogno della volontà di tutti. Da parte, mia c’è la più aperta disponibilità a collaborare con ognuno nell’esclusivo interesse della città. Raramente ho fatto interventi di carattere politico ma mi sono sempre concentrato sui problemi e le tematiche da affrontare e penso che un cantiere, un ponte o il Ferragosto siano argomenti su cui non bisogna fare attività politica, ma trovare insieme soluzioni per dare ai cittadini i loro diritti come vivibilità e decoro».
Sulla vicenda del cartellone di Ferragosto, Ciampi spiega, quindi, innanzitutto le ragioni per le quali l’amministrazione ha deciso di sottoporre la questione direttamente all’aula consiliare: «Visti i tempi ristretti ed essendoci la possibilità di andare direttamente in Consiglio, abbiamo scelto questa strada anche perché nella delibera c’erano anche altri provvedimenti come quello per le verifiche di vulnerabilità sismica degli edifici scolastici. Potevo – precisa -, ma non dovevo passare per la giunta».
Tramontata l’ipotesi dei concerti di Ron e Clementino, con cui tuttavia non era stato siglato nemmeno un precontratto, Ciampi lo precisa, il sindaco afferma che si sta lavorando sulle iniziative da poter realizzare per il Ferragosto: «Gli assessori stanno verificando quello che si può fare, io non sono in grado di dire nulla. Ci sono varie ipotesi al vaglio».
«A chi ci accusava di aver firmato contratti senza avere le delibere dico che non è così, nel modo più assoluto. In conferenza stampa è stato annunciato un cartellone – aggiunge - dicendo che dovevano seguire gli atti amministrativi. Per una questione di trasparenza abbiamo detto ai cittadini "stiamo lavorando su questo programma, abbiamo individuato questi artisti". Non abbiamo detto che lo avremmo fatto di sicuro, perché in assenza di deliberazioni non potevamo. Può essere anche una ingenuità, io personalmente sono dell’avviso di dire le cose dopo che sono state decise. Ma per esigenze anche giornalistiche e di trasparenza verso i cittadini, stiamo dicendo quello che stiamo facendo, non abbiamo nulla da nascondere. D’altra parte, se lo diciamo ci si chiede "perché lo avete detto?", se non lo diciamo "perché lo avete detto dopo?"… Insomma, mettiamoci d’accordo».
L’incontro con gli organi di stampa per la riapertura parziale del ponte della Ferriera è, infine, anche l’occasione per replicare alle considerazioni di Carmine Marinelli ed Enrico Preziosi in seguito all’iscrizione della squadra di calcio di Avellino da parte di Gian Andrea De Cesare, nonché sulla questione dell’uso dello stadio Partenio-Lombardi: «Non so cosa abbiano detto, ma il mio ruolo era assicurare un futuro al calcio sulla scorta di una valutazione di coscienza e obiettiva. La mia è stata una scelta semplice e obbligata, perché di fronte a un’offerta come quella di De Cesare, penso che chiunque, tra una disponibilità di 4mln di euro con assegni circolari e dall’altra parte nemmeno i 150.000 euro per l’iscrizione al campionato dilettanti, avrebbe fatto lo stesso. Non vedo spunti di polemica. Non c’era scelta – insiste Ciampi -, perciò non vedo spunti di polemica. Per quanto riguarda lo stadio, la questione va affrontata successivamente e il Comune ha un ruolo secondario, nel senso che mi pare che la Sidigas avrebbe trovato la disponibilità del campo di Monteniletto. Si parte da lì in attesa che si risolva la situazione. Taccone ha detto che è disposto a far giocare la nuova squadra al Partenio-Lombardi e so che ha chiesto di incontrarsi con De Cesare. Ma non voglio entrare in queste vicende che non riguardano il Comune. Il ruolo dell’ente riguarda solo la vigilanza sul rispetto degli adempimenti contrattuali tra Taccone e il Comune e la verifica dei pagamenti. In caso negativo – conclude il sindaco -, ci muoveremo per tutelare i nostri diritti con gli strumenti offerti dalla legge».

© Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Privacy Policy
Mostly cloudy

21°C

Avellino

Mostly cloudy
Humidity: 73%
Wind: NNE at 11.27 km/h
Friday
Thunderstorms
18°C / 27°C
Saturday
Thunderstorms
17°C / 26°C
Sunday
Thunderstorms
19°C / 26°C
Monday
Thunderstorms
20°C / 25°C

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore