Verificata l’assenza di pericoli in Villa Comunale da parte dell’Asl, dopo la sospetta presenza di esche avvelenate, il Comune di Avellino ha provveduto a effettuare la manutenzione, prima di poterla finalmente riaprire. Lo annuncia l'assessore all'Ambiente Augusto Penna. I cancelli della Villa sono rimasti chiusi per circa un mese, il responso dell’Asl è giunto solo un paio di giorni fa, mentre l’esca individuata è stata inviata all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno per gli accertamenti del caso.

L’istituto di Portici, diretto dal dottore Antonio Limone, ha emesso già nelle 48 ore successive all’accettazione del campione il primo rapporto di prova che confermava il sospetto di esca avvelenata, trasferito poi a Comune, Procura e Asl.
«Di fronte all’impossibilità di stabilire dall’esame visivo quale tipo di sostanza tossica sia stata utilizzata – fa sapere l’IZSM -, si è proceduto ad effettuare indagini chimicotossicologiche a largo raggio che sono state eseguite presso il dipartimento di Chimica. Finora, gli esiti degli esami di laboratorio sono negativi per stricnina, anticoagulanti dicumarinici, pesticidi organoclorurati e pesticidi organofosforici ed è stata data comunicazione alle autorità competenti, così come previsto dalla normativa. Restano in via di completamento – conclude la nota - la ricerca di carbammati e di metaldeide e zinco fosfuro, più ulteriori indagini in corso di esecuzione».

© Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Privacy Policy
Mostly cloudy

28°C

Avellino

Mostly cloudy
Humidity: 51%
Wind: SSW at 28.97 km/h
Monday
Thunderstorms
18°C / 24°C
Tuesday
Mostly sunny
18°C / 28°C
Wednesday
Sunny
19°C / 28°C
Thursday
Mostly sunny
20°C / 28°C

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore