«Sostanzialmente con l'attuale andamento climatico non è necessaria un'ordinanza, però abbiamo previsto quattro domeniche ecologiche consecutive dalla domenica successiva a quella delle elezioni politiche che abbiamo quindi già fissato dal 4 marzo in poi». Nonostante gli sforamenti dei limiti di polveri sottoli già registrati finora, il sindaco Paolo Foti rassicura che non ci sarà alcun blocco immediato della circolazione perché le piogge di questi giorni hanno determinato un abbattimento dell’inquinamento dell’aria.


E sarà inoltre ancora il meteo il fattore da cui dipenderà l’eventuale adozione di provvedimenti prima delle previsioni. «Se in quella fase l'andamento climatico dovesse peggiorare, con bassa pressione quindi senza precipitazioni e con una qualità dell'aria non buona, interverrò con una nuova ordinanza  - precisa il sindaco Paolo Foti - per bloccare il traffico durante la settimana o l'intera settimana o per più giorni. questo è però è alla verifica dell'andamento climatico, mentre la certezza è che dal 4 marzo in poi ci saranno quattro domeniche ecologiche consecutive».
Foti si sofferma anche sul tema della sicurezza, in particolare a partire dalla installazione programmata di 30 nuove telecamere in città, soprattutto nelle zone residenziali più esterne rispetto al centro città dove si sono verificati diversi furti e rapine e dove si sta concentrando l’attenzione delle forze dell’ordine.
«A fine dicembre avevamo proceduto a commissionare oltre 30 telecamere però si era alle soglie del Natale. Ora gli impianti sono in arrivo e stabiliremo con il comitato per l'ordine pubblico dove e come posizionarle – spiega il sindaco. Ma non bastano solo le telecamere e ci deve essere il concorso di tante di tante situazioni – osserva Foti -. Le forze di polizia si stanno impegnando molto in questi ultimi tempi, dopo il tristissimo evento dell'omicidio del dottore Masucci e ci sono stati vari interventi. Sono anche stati catturati vari malviventi e sono state fermate inoltre varie persone, purtroppo minorenni di etnia rom che provengono da Secondigliano e che non imputabili né possono essere possibili destinatari di provvedimenti di allontanamento dalla città perché vivono a Secondigliano, ma sono nati ad Avellino».
Il sindaco, inoltre, sollecita «un po’ di attenzione specialmente dei cittadini che vivono in abitazioni un po' decentrate, munendosi anche di sistemi di allarme. Peraltro, ieri nel corso della riunione del Comitato per l’ordine pubblico, il questore si è reso disponibile a far collegare gratuitamente questi sistemi alla centrale operativa della Questura come ulteriore misura di prevenzione e di sicurezza. Ancora, se i cittadini vedono cose un po' strane devono sempre chiamare il 113 o il 112, perché come si dice la prevenzione è meglio della repressione».

© Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Privacy Policy
Mostly cloudy

18°C

Avellino

Mostly cloudy
Humidity: 88%
Wind: N at 6.44 km/h
Sunday
Thunderstorms
17°C / 26°C
Monday
Thunderstorms
20°C / 25°C
Tuesday
Thunderstorms
20°C / 28°C
Wednesday
Thunderstorms
20°C / 27°C

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore