Giro di sopralluoghi stamattina in diversi quartieri della città in una sorta di "spazzatour" per valutare entità e consistenza di alcune minidiscariche oggetto di segnalazione da parte dei cittadini. Da via Tuoro Cappuccini (nell’area di proprietà pubblica confinante con il Liceo "P.A. De Luca") a San Tommaso (sulla strada contrada Cesine nelle adiacenze del campetto Roca), da contrada Sant’Oronzo (a poca distanza dalla variante 7bis) a rione Valle (al di sotto del ponte sull’A16, in località Ponticelli) a contrada Chiaire (nei pressi dello svincolo, dove rifiuti di ogni genere sembrano aver trovato un luogo di elezione), i tecnici del Comune e di Irpiniambiente alla presenza dell’assessore all’Ambiente Augusto Penna hanno ispezionato diversi cumuli di rifiuti abbandonati e provveduto a circoscrivere le aree, in modo che si possa procedere alla rimozione e alla pulizia dei luoghi.


«Abbiamo visto alcune zone che francamente non ci aspettavamo, al centro della città – commenta Augusto Penna - come quella accanto all'Istituto d'Arte dove sono depositati dei pacchi non ben identificati che contengono sicuramente rifiuti. Gli addetti ne esamineranno la tipologia per stabilire se ricondurli a rifiuti solidi urbani e quindi chiamare in causa Irpiniambiente, che era stamattina con noi al sopralluogo, oppure affidare la rimozione ad una ditta specializzata con un provvedimento di somma urgenza. Con me – continua - infatti erano presenti l'architetto Michelangelo Sullo che è il responsabile del servizio Tutela dell'ambiente del Comune di Avellino, Maria Carbone dello stesso settore e Giulio La Bruna del servizio Ecologia che si occupa della raccolta dei rifiuti».
«Abbiamo individuato un’altra minidiscarica nei pressi del campetto Roca a rione San Tommaso, dove sono stati sversati dei rifiuti che a prima vista sembrano essenzialmente materiale edile. Lo stesso a Valle Ponticelli, dove è stato individuato del catrame e, a proposito di questo, vorrei ricordare che i cittadini possono consegnare modiche quantità di rifiuto edile, fino a un massimo di 50 kg per utente, presso l'isola ecologica comunale che è sita a Campo Genova ed è gestita da Irpiniambiente, in maniera del tutto gratuita e negli orari di apertura quotidiana del sito, evitando di perpetrare queste pratiche che non soltanto deturpano l'ambiente ma espongono a una denuncia per un reato penale che è punibile con l'arresto e la detenzione per alcuni anni. Inviterei quindi i cittadini a evitare di disfarsi dei propri rifiuti in questo modo - esorta l’assessore - e magari tenere la busta un giorno in più sul proprio balcone, invece che rischiare di andare in un posto dove il balcone non ce l'hanno più».


Nell’ammasso indistinto scoperto ai bordi della strada a contrada Sant’Oronzo compaiono anche alcuni pneumatici, anche questi facilmente smaltibili dai cittadini, visto che la tassa per lo smaltimento è inclusa nel prezzo di acquisto e per disfarsene basta rivolgersi a un gommista, tenuto ad accettarli.
Ben sapendo che gli appelli non sono sufficienti, per scoraggiare la popolazione a perseverare in comportamenti del genere, l’amministrazione intende comunque attivarsi in termini di prevenzione, attraverso un sistema di videosorveglianza: «Abbiamo pensato, in accordo con il comando di Polizia municipale, di installare alcune telecamere mobili nei luoghi dove abbiamo avuto segnalazioni di presenza di rifiuti per evitare che si perpetrino nuovi reati – spiega Penna -. Chiaramente, l'installazione delle camere mobili permetterà di immortalare coloro che si macchieranno di questo reato e segnaleremo alla autorità giudiziaria questi casi. Chi ha ricevuto questo avvertimento attraverso i media – ammonisce - deve in maniera corretta e opportuna pensare alle cose che sto dicendo, perché una volta immortalati dalle telecamere è del tutto inutile venire a piangere al Comune».
Le tre telecamere mobili, già in dotazione agli agenti della Municipale, non necessitano di una installazione fissa e hanno autonomia di funzionamento in quanto dotate di batteria. Potranno quindi essere collocate, ovviamente in punti nascosti, e restare in un determinato luogo per 4 - 5 giorni, per poi essere spostate altrove. Questo, però, non interromperà i controlli effettuati personalmente dai tecnici comunali: «Intendiamo fare altri sopralluoghi – aggiunge Penna - e verificare tutte le segnalazioni che arrivano, grazie anche agli organi di stampa che spesso denunciano situazione del genere, e abbiamo intenzione insieme alla task force creata tra settore Tutela ambiente e settore Ecologia di verificare caso per caso».

GALLERIA FOTOGRAFICA (CLICCA SULL'IMMAGINE)


L’iter per quelli già verificati, richiederà pochi giorni per la bonifica: «Nel giro di una settimana, dopo Ferragosto, le aree individuate oggi saranno ripulite – assicura Penna -, una volta accertata la natura dei rifiuti trovati. Il lavoro che potrà essere effettuato da Irpiniambiente sarà realizzato subito, mentre in caso di presenza di rifiuti speciali, si provvederà ad affidare in somma urgenza l'intervento di rimozione a una ditta esterna».
In entrambi i casi, chiarisce l’assessore, le operazioni implicheranno un costo per il comune, dal momento che questo tipo di servizio non è compreso nel contratto stipulato con la società provincializzata, con cui però la spesa è ridotta perché già tariffata. Qualora, invece, si dovesse far ricorso ad una ditta specializzata esterna, lieviterebbero anche i costi e si dovrebbe attivare una procedura diversa, che prevede la definizione di un piano di lavoro approvato dall'Asl.
Stando da un primo calcolo approssimativo, per la rimozione dei materiali già individuati, sarebbe già stata raggiunta una cifra tra 4mila e 5mila euro. «Grazie alle sollecitazioni fatte quest'anno, però, per la prima volta abbiamo a bilancio 30mila euro per la bonifica di mini discariche e altri 70mila euro per interventi di somma urgenza a salvaguardia dell'ambiente che possiamo e intendiamo spendere. Perciò, ringrazio anche chi ha avuto la sensibilità di ascoltare questa voce – conclude Penna -, soprattutto al sindaco che ha riportato a che redigeva il bilancio la necessità di intervenire in questo senso».

© Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Privacy Policy
Mostly cloudy

11°C

Avellino

Mostly cloudy
Humidity: 83%
Wind: SSW at 11.27 km/h
Thursday
Partly cloudy
8°C / 21°C
Friday
Partly cloudy
11°C / 22°C
Saturday
Sunny
14°C / 22°C
Sunday
Scattered showers
11°C / 21°C

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore