«Abbiamo formalizzato quello che era stato deciso con le aziende che hanno aderito alla manifestazione di interesse per la presa in carico dei pazienti e del personale e che ringrazio per essere andate anche oltre i numeri che sarebbero toccati loro per assorbire i dipendenti dell’Aias di Avellino. Abbiamo quindi stabilito i criteri con i quali il personale, a partire dal 18 giugno, sarà ricollocato presso le altre strutture».


È il segretario generale della Funzione Pubblica Cgil, Marco D’Acunto, a riferire l’esito della riunione del tavolo convocato dal prefetto Maria Tirone, con la partecipazione della dirigente dell’Asl Maria Morgante e i rappresentanti dei centri riabilitativi che accoglieranno assistiti e dipendenti della struttura avellinese attualmente chiusa. Un vertice atteso, a conclusione degli incontri tenuti dal sindacato con le aziende per definire il numero di unità da trasferire, secondo le diverse professionalità, in ciascuna struttura convenzionata, sulla base delle preferenze espresse dai pazienti (leggi qui).
Un passo in avanti positivo nella difficile vertenza, con la fissazione della data di inizio del lavoro dei dipendenti Aias di Avellino presso i centri accreditati per la riabilitazione ex articolo 26 interessati dalla redistribuzione degli assistiti, a cui si aggiunge anche la prosecuzione sul fronte degli arretrati, l’altra questione fondamentale posta dal sindacato sul tavolo della trattativa.
«C’è una grande attenzione da parte delle istituzioni anche rispetto al pagamento delle quattro mensilità oggetto dell’accordo sottoscritto un paio di settimane fa – continua D’Acunto -. Se il precorso procede, nel giro di qualche giorno ci saranno queste disponibilità. Il nostro lavoro continua – aggiunge - e la nostra attenzione è rivolta a garantire allo stesso tempo ai pazienti di poter proseguire le terapie in centri nelle vicinanze di Avellino, il posto di lavoro a tutto il personale che era in servizio presso Aias e la continuità dei liberi professionisti che stanno già lavorando».
Sul tema delle spettanze, il segretario generale dell’Ugl, Costantino Vassiliadis, riporta che «l’Asl ha fatto ieri richiesta circa un problema con Equitalia e occorrono cinque giorni lavorativi per la risposta, quindi per la metà della prossima settimana dovrebbero partire i bonifici concordati alla scorsa riunione».
Delle strutture di Nusco e Calitri, D’Acunto dice invece: «Ci risulta che i centri sono operativi per garantire la continuità assistenziale, questo non può che farci piacere, perché vuol dire che i pazienti possono continuare le prestazioni e che il personale continua a lavorare. Ovviamente non abbiamo mai commentato le scelte della magistratura. Abbiamo grandissimo rispetto e fiducia nell’operato della magistratura e continuiamo a dire che deve fare il proprio corso».

© Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Privacy Policy
Cloudy

18°C

Avellino

Cloudy
Humidity: 88%
Wind: S at 6.44 km/h
Wednesday
Thunderstorms
18°C / 25°C
Thursday
Thunderstorms
18°C / 25°C
Friday
Thunderstorms
20°C / 25°C
Saturday
Scattered thunderstorms
20°C / 28°C

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore