Sono sei le sedi indicate nel corso del vertice svolto stamattina in Prefettura per garantire alla scolaresca del Liceo Scientifico “P. S. Mancini” il ritorno alle lezioni mattutine, suddividendo gli oltre 1200 alunni dell'istituto in diversi edifici, non soltanto di proprietà della Provincia: 5 al liceo Classico “P. Colletta”; 5 all'Itis “G. Dorso”; 12 all'edificio di via Zigarelli, già assegnato al liceo per far fronte alle necessità logistiche in seguito al sequestro preventivo della sede centrale di via De Conciliis; 12 alla scuola elementare di San Tommaso e 5 a Rione Parco in strutture di proprietà del Comune di Avellino; 9 presso la Direzione generale della Bper.


Una soluzione in parte emersa all'esito del tavolo tenuto a inizio dicembre (leggi qui) e «attuabile già dalla fine di gennaio», spiega il consigliere delegato all'Istruzione della Provincia Girolamo Giaquinto, che ha preso parte alla riunione insieme al presidente dell'ente di Palazzo Caracciolo, Domenico Gambacorta. «Abbiamo così individuato complessivamente 52 ambienti da destinare al Mancini. Ci rendiamo conto che non è la migliore delle soluzioni – continua -, ma si tratta dell'unica realisticamente possibile. Ora aspettiamo solo una comunicazione ufficiale dalla Bper, dove si dovranno anche effettuare piccoli interventi di adeguamento degli spazi messi a disposizione».
Lungo un binario parallelo, quindi distinto rispetto alla realizzazione di un piano di redistribuzione della popolazione scolastica del “Mancini” per l'anno in corso, la Provincia ha inoltre appostato in bilancio 250mila euro per ulteriori verifiche sui solai dello stabile, preliminari rispetto a una candidatura dell'edificio a un finanziamento ministeriale per interventi di messa in sicurezza (leggi qui). Si tratta, però, di una strada che deve necessariamente tener conto anche del procedimento giudiziario relativo al sequestro dell'istituto e di cui non è quindi possibile definire anticipatamente la tempistica.
Mentre la sistemazione del liceo all'apertura del prossimo anno scolastico va programmata, si potranno intanto riprendere a febbraio prossimo le lezioni mattutine, superando anche l'ulteriore ostacolo legato all'impossibilità di utilizzare le 9 aule concesse al liceo scientifico nella sede della scuola media “F. Solimena”, a causa dell'insufficienza delle vie di fuga. Ma la ricollocazione prospettata in Prefettura non incontra il favore di docenti e famiglie, contrari dall'inizio della vicenda a una soluzione spezzatino.
«Noi continueremo il lavoro che stiamo facendo – assicura comunque Giaquinto – e abbiamo sempre portato avanti, tanto è vero che siamo arrivati a una soluzione che all'inizio nessuno poteva pronosticare, che chiaramente è anche il frutto della collaborazione del Comune di Avellino che ci ha messo a disposizione alcuni ambienti».

© Riproduzione riservata

Etichettato sotto

Commenta l'articolo

Privacy Policy
Clear

3°C

Avellino

Clear
Humidity: 59%
Wind: ENE at 6.44 km/h
Thursday
Cloudy
2°C / 9°C
Friday
Scattered showers
6°C / 12°C
Saturday
Mostly cloudy
3°C / 8°C
Sunday
Partly cloudy
1°C / 9°C

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore