Nell'ambito del Progetto Luoghi Idea(li), lunedì 28 luglio 2014 il Circolo PD Vittorio Foa ed il Co.Ci.B.Is. Comitato "liberi di respirare" organizzano presso l'Oratorio S. Chiara (ex Chiesa vecchia) in Via Francesco Tedesco a partire dalle ore 18:00 una publica assemblea dal tema "Isochimica, per una bonifica che non duri un secolo.....Le attività svolte ed i programmi futuri".

Sarà l'occasione per condividere con il quartiere di Borgo Ferrovia i risultati del Progetto Luoghi Idea(li) e quanto realizzato sino a questo momento, nonché l'occasione per illustrare alla cittadinanza le tappe successive del progetto.
Con il prossimo completamento dei lavori di messa in sicurezza del sito ed anche alla luce dei risultati dei rilievi effettuati circa la presenza di fibre di amianto nell'aria, si pone con forza la questione dell'avvio dell'opera di bonifica definitiva del sito.
L'amministrazione comunale è chiamata a dar seguito agli impegni assunti con la cittadinanza sull'avvio della procedura di esproprio dell'area, al fine di realizzare in tempi certi e brevi il progetto definitivo di bonifica, che tenga conto dell'attuale destinazione urbanistica e della naturale vocazione produttiva dell'area.
Durante l'assemblea pubblica a borgo ferrovia sara' proiettato un documentario fotografico sullo stato dei luoghi prima e dopo gli interventi di messa in sicurezza.
Di tutto questo si discuterà nel corso della manifestazione cui sono invitati a partecipare i residenti del quartiere e la cittadinanza tutta.

© Riproduzione riservata

Etichettato sotto

Commenta l'articolo

Privacy Policy

Cannot get Avellino location id in module mod_sp_weather. Please also make sure that you have inserted city name.

Ultimi articoli

Irpinia Focus

Direttore Responsabile

Roberta Mediatore

Redazione: Corso Europa, 22

83100 Avellino 

Telefono: 0825 21358

FAX: 0825 1805359

 Mail: redazione@irpiniafocus.it

Registrazione al Tribunale di Avellino n. 3/14 del 25/03/2014 

Il Prisma Comunicazione Editore

© IrpiniaFocus 

Vietata la riproduzione anche parziale

senza inequivocabile autorizzazione scritta del direttore